VERTIGINOSI EFFETTI SULLA SALUTE DALL’ACQUA IN VALPESCARA

92

Stampa questo articolo
I RISULTATI DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’

7 giugno 2019 – L’Istituto Superiore di Sanità illustra una indagine sulle contaminazioni in Val Pescara e sottolinea che “i risultati qui riportati evidenziano tra i residenti nel sito eccessi, rispetto al resto della popolazione regionale, di specifiche patologie per le quali l’esposizione a contaminanti presenti nelle acque potabili può aver giocato un ruolo causale o concausale, e di patologie a carico dell’apparato respiratorio“. È quanto emerge dall’indagine epidemiologica ‘Sentieri’ per il sito nazionale di Bussi (Pescara) contenuti nel quinto rapporto sulla salute della popolazione di 45 siti nazionali di bonifica, il primo che comprende anche i dati per l’area abruzzese. A diffondere lo studio è il Forum H2O. Nel documento si sottolinea “che la principale fonte di rischio in questo sito è rappresentata dal consumo di acqua potabile distribuita dall’acquedotto Giardino che ha utilizzato, miscelandole, anche le acque emunte da pozzi contaminati dall’attività industriale”.

Nella foto accanto al titolo l’area della discarica a Bussi Officine.