ULTIMO GIORNO PER RIVEDERE LA BELLE EPOQUE SULMONESE

128

Stampa questo articolo
CHIUDE LA RASSEGNA DELLE FOTO DI GIUSEPPE DI TOMMASO

6 GENNAIO 2020 – Ultimo giorno per visitare la mostra che nel decennale dal primo numero pubblicato, “Il Vaschione” ha dedicato, nel Bar Di Marzio, a Giuseppe Di Tommaso e alla sua arte di raccolta e classificazione delle foto di Sulmona tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento.

Le allegre edizioni del materiale fotografico, di forma e struttura diverse (dall’album tradizionale al libro a stampa) hanno un fascino non solo storico, quanto sociologico: riguardano, infatti, un’epoca nella quale Sulmona, da poco raggiunta da importanti linee ferroviarie per Roma, per Napoli, per Terni-Perugia, in parte anche per Pescara, che voleva dire soprattutto lo sbocco sulla linea adriatica, più che il collegamento con i villaggi di pescatori di Castellammare adriatico e Pescara, si godeva la sua belle epoque ed era ricca di pasticcerie, teatri, giornali (proprio quelli stampati in tipografia, che richiedevano denaro, lavoro e autorevolezza).

Oggi Sulmona non sa dare una definizione alla “bretella” che esclude, per volere di Luciano D’Alfonso e del suo assessore fedele (all’epoca) Andrea Gerosolimo, la stazione da ogni linea ferroviaria, per quanto scalcinato sia il sistema ferroviaria di Rete Ferroviaria Italiana, come la tragedia di Pioltello ha dimostrato. Qualcuno ha il coraggio di chiamarla un tradimento?

Please follow and like us: