SERVE UN VANVITELLI PER IL LICEO CLASSICO

243

Stampa questo articolo

Il Liceo in Piazza XX Settembre

Una nuova interpretazione del ritratto di Vanvitelli alla luce dei corsi di formazione ai quali partecipa Bruno Di Masci

IL PD PROTESTA, MA DIETRO L’ANGOLO… 

17 OTTOBRE 2019 – “Fino a quando, abuserete della nostra pazienza?” si chiede il rinnovato Partito Democratico di Sulmona, che ha mandato Bruno Di Masci a seguire i corsi di formazione di architetto, e che dirige la sua critica verso la sindaca Casini, non adempiendo più a questo preciso obbligo il Di Masci per il tradimento perpetrato nei confronti degli elettori del 2016 (tra i quali anche chi scrive).

“Ci eravamo ripromessi – continuano dalla sede “dem” – di non occuparci più di questa Amministrazione morente, rassegnati ad assistere senza speranza ad una lenta quanto inesorabile agonia, tra un conflitto d’interesse e l’altro senza disdegnare qualche sceneggiata che, al confronto, il “Bagaglino” appare essere un cabaret di secondo ordine.

Ma la realtà dei fatti di cui ogni giorno dobbiamo purtroppo prendere coscienza supera di gran lunga ogni più fervida immaginazione, imponendoci il sacrosanto dovere di denuncia, almeno.

La facciata deturpata del Liceo Classico Ovidio, oggetto di una prevedibile ironia da parte di turisti che la immortalavano, insieme alla statua del nostro Poeta, ci impone un breve quanto significativo riassunto di tutta la vicenda.

Dopo un braccio di ferro di oltre due anni con il Genio Civile, il progettista dei lavori di recupero dell’edificio trasmise alla Amministrazione Comunale la nuova progettazione esecutiva che l’allora responsabile (RUP) inviò tempestivamente al genio Civile ed alla Soprintendenza alla Belle Arti, per il seguito di competenza.

Il nuovo progetto ha comportato che i costi di realizzazione dell’opera sono lievitati di circa 800.000€ che il Comune di Sulmona conta di recuperare dall’Amministrazione Provinciale.

Con successiva nota del Genio Civile, sono state avanzate ulteriori integrazioni e chiarimenti anche sul nuovo progetto. Dal canto suo la Provincia in merito alla richiesta di integrazione fondi di cui sopra ha richiesto spiegazioni che però non sono state fornite perché nel frattempo il responsabile del procedimento si è trasferito in altro Comune.

A distanza di due mesi dobbiamo denunciare che il sostituto non è stato ancora nominato dall’Amministrazione Casini” denuncia il Partito Democratico, che quindi rivolge una domanda alla Sindaca: “Quanto tempo ancora deve inutilmente trascorrere per vedere i nostri ragazzi varcare quel portone e rivitalizzare una volta per tutte il Centro Storico,  sulle cui sorti si versano ogni giorni fiumi di lacrime?”

Risposta: forse la sindaca sta aspettando che Bruno Di Masci completi la formazione da architetto. Hai visto mai che, da preside di scuola media e da politico mediocre, non si riscopra vanvitelliano restauratore del gesuitico Collegio di Piazza XX Settembre…

 

 

Please follow and like us:
error