SALVINI UNO E BINO DIMENTICA PIAZZA XX SETTEMBRE

74

7 OTTOBRE 2020 – Matteo Salvini ieri ha riconosciuto che i risultati delle elezioni del 20 e 21 settembre e soprattutto i ballottaggi di domenica scorsa non sono soddisfacenti per la Lega. Ha sfoderato, così, nuova energia sul fronte degli ingressi sul territorio italiano sottolineando che “in Italia entra solo chi ha il permesso”. Ha annunciato che si impegnerà a modificare le recenti riforme del decreto sicurezza e ha anche anticipato, rivolto ai presenti in piazza, che “se non ci riusciremo in Parlamento chiedo a voi di collaborare”. Tipico appello all’impegno fisico, alle manifestazioni, appunto, di piazza.

Ma Salvini non era il Ministro dell’Interno appena un anno e due mesi fa? E non era quello che nel gennaio 2019 a Sulmona aveva riempito mezza Piazza XX Settembre di poliziotti, in divisa e in borghese, che gli facevano la scorta?

Nella immagine del titolo le figure cangianti di Salvini viste da Mario Maiorano

L’occupazione della polizia anche sul Corso durante il comizio di Salvini nel gennaio 2019