PURE NELLA LEGA, FEDERICO SAPRA’ SERVIRE SULMONA

87

Stampa questo articolo
BOTTA E RISPOSTA SUI PEDAGGI E SUI MODI DELLA POLITICA

4 DICEMBRE 2019 – Dal Dott. Fabio Federico, già sindaco di Sulmona e probabile nuovo sindaco, riceviamo e pubblichiamo le considerazioni sull’articolo “Per la Lega i pedaggi in Abruzzo si debbono pagare“:

“Con colpevole ed imperdonabile ritardo devo replicare all’articolo del Vaschione sul rincaro delle tariffe autostradali in Abruzzo che mi epiteta il “ BRAVO FABIO FEDERICO”.

Escludendo, e ne sono certo, che l’aggettivo includa ogni memoria manzoniana, dichiaro subito che, lega o non lega, sono personalmente contrario al rincaro delle tariffe dell’autostrada più costosa d’Italia.

Non sono il “bravo” di nessuno, salvo che dell’immenso professor Del Signore che con le sue esclusive capacità ci fece capire il significato di tale aggettivo soprattutto se accoppiato ad “innominati” personaggi.

Pur tuttavia devo dare atto che parlamentari locali della LEGA hanno rimarcato che l’astensione al voto di contrarietà al rincaro delle tariffe derivava dal fatto che il sub-emendamento fosse inserito in un provvedimento che la Lega non riteneva congruo, per difetto, agli interventi economici post terremoto proprio nel nostro Abruzzo. E del resto, il non nominato, ha pubblicamente affermato che sarebbe opportuno che le tariffe autostradali fossero AZZERATE in un caso di calamità naturale dei vari territori, cosa a mio parere sacrosanta.

Riconosco comunque l’onestà intellettuale del Direttore allorquando informa i suoi tanti ed attenti lettori che l’assessora alla sanità, Verì, eletta nelle liste della LEGA, ha sottolineato che saranno consolidati i quattro ospedali provinciali, ma occorrerà rivolgersi anche alla rete territoriale, esattamente il mandato che la consigliera La Porta aveva concordato con la Valle Peligna.

E’ la dimostrazione che il Vaschione è un “abbeveratoio” di verità e pungolo per i POTERI (anche quelli scritti in Costituzione e nessuno escluso) e per questo si distingue dai tanti “allattati” dai poteri medesimi.

Complimenti Direttore

Fabio Federico

Responsabile territoriale LEGA

Ah!, è pure “responsabile territoriale” della Lega… Se tornerà a fare il sindaco sotto l’effigie di Alberto da Giussano non sarà con il nostro voto, ma ciò non toglie che continueremo a sostenerlo contro le autentiche bravate che si abbatteranno su di lui come si sono abbattute nel quinquennio del suo mandato. A quelle iniziative, violente e impunite, non ha mai risposto da “bravo manzoniano” e questo segna il distacco dal nuovo corso della politica che in città adesso si fa per bande.

Lui non partecipa a queste tenzoni e, quindi, speriamo che, seppure inquadrato in una Lega incolta e gutturale, saprà conservarsi uno spazio dal quale irradiare ancora la luce umanistica impressaci dal prof. Aldo Del Signore, che ci leggeva, con commozione, “I Promessi Sposi” al ginnasio. Forse proprio quelle letture hanno inculcato il senso del dovere di dire “no” all’imbarbarimento, della politica come delle professioni. Quindi, il “bravo” proprio non aveva significato manzoniano.

Le persone, certamente, vanno giudicate al di là dei pedaggi autostradali e perciò sarà ancora più bravo Fabio Federico se si presenterà con un partito diverso dalla Lega. Se proprio non resisterà al richiamo, lo appoggeremo e lo contrasteremo in base a quello che saprà fare per Sulmona, in questo molto avvantaggiato dal paragone tra quanto abbiamo visto in questi tre anni di malgoverno e quello che lui ha fatto pur nell’insospettabile remare in senso contrario dei parlamentari del suo partito.

E’ destino per lui operare in sintonia con la città anche se questo contrasta con gli ordini di scuderia.

Please follow and like us:
error