MORASSUT INCONTRA I COMITATI CITTADINI CONTRO IL METANODOTTO

97

NON SAREBBE ANCORA TUTTO PERSO SECONDO IL PARTITO DEMOCRATICO

18 NOVEMBRE 2020 – Ieri l’altro si è parlato ancora della centrale di compressione legata al metanodotto di prossima realizzazione a Sulmona. L’occasione è stata fornita da un incontro “da remoto” con il sottosegretario all’Ambiente, Roberto Morassut, che ha accolto l’invito del circolo del Partito Democratico sulmonese ed ha incontrato anche i componenti del Comitati Cittadini per l’Ambiente. “Siamo convinti – osservano dal PD – che nonostante il procedimento sia in una fase amministrativa avanzata, anche se non conclusa in quanto il metanodotto di cui la centrale è a supporto per il tratto Sulmona – Foligno non è stato ancora autorizzato, la politica locale possa e debba fare la propria parte.  Ce ne siamo fatti promotori in riunione e lo ribadiamo pubblicamente: c’è bisogno di un tavolo politico istituzionale presso la Regione in cui siano rappresentate tutte le parti politiche, presenti i parlamentari e gli amministratori locali, oltre ai Comitati ovviamente. Chiediamo al Presidente Marsilio, come già chiesto dal gruppo PD in Regione, di non rilasciare l’Autorizzazione Integrata Ambientale e sottoporre di nuovo a VIA il progetto per metanodotto e centrale, compresa la valutazione dell’ “opzione zero”, e chiediamo alla consigliera di maggioranza del territorio di attivarsi immediatamente per la convocazione del tavolo.  Il PD farà, come sta già facendo, la sua parte anche presso il Ministero. Chiediamo ancora che il progetto sia sottoposto alla Valutazione Ambientale Strategica e che siano finalmente definiti i rapporti tra costi e benefici dell’impianto. Siamo convinti che l’opera si possa e perciò si debba evitare: per noi la battaglia continua comunque al fianco dei cittadini e dei Comitati e aspettiamo che la Regione colga l’occasione per dimostrare finalmente attenzione verso il nostro territorio”.

Nella foto del titolo una delle manifestazioni organizzate dai Comitati cittadini