MARSILIO TORNA A ROMA CON I RIFIUTI

87

Stampa questo articolo
SORPRENDENTI ESITI DELLA LITE GIALLOVERDE

22 AGOSTO 2019 – Abbiamo buone possibilità che i rifiuti di Roma, scaricati a pieni camion, tornino nella Capitale, ad incominciare dal presidente della Giunta regionale, romano di Roma anche a giudicare dalla calata, irrisolto rampante della politica a casa sua e quindi proiettato in Abruzzo. Il frutto del primo tradimento operato dalla Lega nei confronti dei 5Stelle (paradossale conseguenza di come disinvoltamente Salvini potesse stare al governo nazionale con i grillini e in alcune regioni con chi avrebbe bruciato ed arso i grillini) si trova oggi in grave difficoltà. Il motivo è semplice: i collegamenti con il governo, che dovrebbe garantire lo sciame di finanziamenti e di nomine ad hoc, finirebbero in un amen e, quanto all’”idem sentire de republica” Lega e Fratelli d’Italia non avrebbero molto da dirsi, se si escludono i rutti leghisti e le velleità di affondamenti di Meloni; la segretaria dell’ultimo “partito di Destra” fa finta di non capire cosa intenda la Lega in fatto di autonomie differenziate (esattamente il contrario dell’unità nazionale propugnata sempre dalla vera Destra) e discutere anche solo un quarto d’ora senza la prospettiva della manna da Roma sarebbe oggettivamente impegnativo.

Please follow and like us:
error