LA EDISON: “SOLO A NOI RICHIESTA LA BONIFICA”

426

BOTTA E RISPOSTA CON IL MINISTERO E I “5STELLE”

12 APRILE 2019 – La “Edison” che ha ricevuto la citazione per il risarcimento dei danni a Bussi Officine, ritiene che l’azione sia infondata. E il Movimento 5 Stelle prende lo spunto per definire “algida e piena di altezzosa sicumera” la nota, che era una replica alla diffusione della notizia sulla causa intentata da Ministero dell’Ambiente e dalla Regione Abruzzo. “Un territorio offeso e ferito” definiscono la Val Pescara quelli del “Movimento” che aggiungono come “Il TAR di Pescara deciderà entro i prossimi giorni se il gruppo Edison dovrà provvedere alla bonifica chiesta dall’amministrazione provinciale di Pescara, in quanto ritenuto diretto responsabile dell’inquinamento”, mentre “il processo penale ha seguito il suo percorso fatto di condanne e di prescrizioni per decorrenze dei termini”.

La Edison si era detta “pronta a onorare i propri obblighi e a affrontare, come avvenuto in passato, con serenità e serietà l’iniziativa del Ministero dell’Ambiente, rispetto alla quale non mancherà di intraprendere tutte le possibilità di difesa a propria tutela”. Sempre Edison ha fatto notare che “il Ministero richiede attività di bonifica solo a Edison, che è peraltro l’unico soggetto a essersi fatto carico – anche economicamente – delle azioni di ripristino del territorio. La società ha già avviato le attività propedeutiche alla bonifica che si è impegnata a portare a termine, come da progetto presentato al Ministero dell’Ambiente nel 2018 e progressivamente integrato accogliendo le richieste di tutti gli enti competenti”.