INAUGURATA LA RIAPERTURA

135

L’AFFRONT OFFICE DELLA CAMERA DI COMMERCIO

1 APRILE 2021 – Da stamane è di nuovo aperto lo sportello della sede decentrata sulmonese della Camera di Commercio nella ex caserma Umberto Pace, con ingresso da Via Giovanni Pansa. Erano presenti il sindaco Annamaria Casini, il vicesindaco con delega alle Attività Produttive Marina Bianco, il presidente della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia Antonella Ballone, il vicepresidente Gianni Frattale e segretario generale facente funzioni CCIAA Gran Sasso Fausta Emilia Clementi. “Esprimo grande soddisfazione per questo risultato raggiunto – ha affermato la sindaca Casini – . Ripristinare il servizio front office, chiuso da tempo,  è molto importante per Sulmona e il territorio, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui è necessario sostenere il tessuto produttivo locale. È una speranza di ripartenza e un’attenzione verso aree periferiche che hanno visto chiusure di servizi pubblici importanti. Con la Presidente Antonella Ballone abbiamo parlato di come la CCIAA può essere ulteriormente vicina alle imprese del territorio , soprattutto alle piccole attività commerciali che stanno soffrendo tantissimo in questo periodo con iniziative mirate e concrete. Ringrazio di cuore la presidente Ballone per aver risposto rapidamente alla mia richiesta, nella convinzione comune che le istituzioni debbano lavorare in sinergia nell’interesse della cittadinanza”.

Lo sportello (con magniloquente definizione “front office”) era aperto fino a qualche mese fa. Poi all’improvviso non se ne è saputo più niente e chi andava per un certificato rimaneva con un palmo di naso; è stato il famoso “affront office”.

La stessa cosa era accaduta quando lo sportello si trovava in Via Freda. Apri e chiudi, chiudi e apri, neanche fossero le disposizioni che Matteo Salvini dava l’anno scorso di questi tempi per contrastare l’azione del governo sul lockdown, cercando di prendere i voti delle categorie produttive e, dopo un po’, anche quelli di quanti erano più preoccupati per il contagio.

Se per ogni volta che questo sportello viene riaperto si deve fare una “inaugurazione” (il comunicato della sindaca riferisce di “inaugurazione della riapertura”) è probabile che dovrà essere stilato un calendario delle ri-inaugurazioni, in modo che si possano diffondere poi le stesse considerazioni per l’appoggio alle imprese del territorio etc.

Magari sarà più utile che, quando chiude lo sportello, qualcuno, senza tanti strombazzi, metta un cartello per annunciare la chiusura e possibilmente per avvisare per quanto tempo si protrarrà. Così: tanto per essere “ulteriormente vicini alle imprese del territorio”.

Nella immagine del titolo un disegno di Giovannino Guareschi