IL SUD NON VA ALLE URNE E PREMIA LA LEGA

161

Stampa questo articolo
SULMONA IN CONTROTENDENZA MA IL MESSAGGIO E’ CHIARO

27 MAGGIO 2019 – Le elezioni europee di ieri hanno confermato e reso ancora più evidente che la Lega è il partito del Nord; il Movimento 5 Stelle perde molti consensi anche nella circoscrizione Sud, ma non subisce la débâcle che le cifre evidenziano sul resto del territorio nazionale. Tradotta in termini di politica sulle scelte prioritarie, questa tendenza accentuerà il divario di una Italia a due velocità, con manovre che garantiranno supremazia alle grandi opere del Nord e agli investimenti sulla tecnologia dal Piemonte al Trentino. Il colpevole astensionismo delle regioni meridionali ha accentuato il divario delle percentuali conquistate da Lega e, sull’altro fronte, dal Movimento 5 Stelle. Emerge, inoltre, come regioni legate a fil doppio al destino del Sud Italia (soprattutto dopo che è finita l’epoca del grosso sostegno pubblico agli investimenti) abbiano sostenuto programmi leghisti che sono confezionati per l’imprenditoria del Nord.

Quando non sono ancora ufficiali i risultati per la città di Sulmona, si delinea un andamento in controtendenza, visto che il Movimento 5Stelle in nottata era ancora attestato nella seconda posizione a un distacco che non era ancora doppio (come lo era nei risultati nazionali) rispetto ai voti della Lega-

Please follow and like us:
error