IL PD DI PRATOLA PARTITO DELLE REGOLE (DEL TRAFFICO)

145

Stampa questo articolo
METAMORFOSI DALLE LOTTE COSIDDETTE PARTIGIANE

20 DICEMBRE 2019 – Il Partito Democratico di Pratola Peligna si rende interprete dei disagi degli studenti all’uscita di scuola e vuole far incontrare i dirigenti scolastici con la sindaca Antonella Di Nino “per risolvere la problematica e fare un piano di viabilità”. Bisognerebbe, tra l’altro, differenziare l’orario di ingresso, per evitare che si creino ingorghi nella zona di Capo La Croce (nella foto del titolo il viadotto della A25 che scende fino a Capo Croce).

Il Partito Democratico di Pratola dimostra di non scaldare più i cuori e per questo forse perderà altri voti, dopo quelli persi in seguito alla opaca esperienza di De Crescentis. Vuoi mettere quando la sinistra, a Pratola, era fatta di gente che, dopo la caduta del fascismo, andava sotto casa dell’ex podestà Luigi Di Prospero per fargli la pelle (ovviamente dopo che era precipitato in disgrazia e aveva dovuto affrontare il confino per opera del Duce e non di Pertini)? Proprio quella gente stava per entrare nel palazzo di Via Gramsci se non fosse stato saldamente sbarrato.

La stessa sinistra dalla quale veniva l’esempio anti-fascista di un avvocato pratolano che era pure vice-direttore del campo di prigionia della Badia finanche qualche mese prima che vi entrassero gli anglo-americani (dunque chi ce lo aveva messo?) e il suo nome si legge negli… annali della resistenza pratolana come se avesse attentato alla vita del… vice-direttore del campo di prigionia.

Quelli erano i tempi nei quali la sinistra sanguigna pratolana non si interessava dell’uscita di scuola dove “i ragazzi vendevano i libri”. Capo Croce è rimasto negli annali della storia pratolana di sinistra per la parata di trattori che impedirono alla “Sara” (Società Autostrade romane e abruzzesi) di scavare il raccordo con la A25 per realizzare lo svincolo secondo un deliberato del Consiglio regionale abruzzese. Poi il Pci divenne il partito delle regole e poco più tardi Partito Democratico, che oggi si interessa degli ingorghi nella stessa, identica pianura di Capo Croce.

Come si fa a prendere voti a carrettate se gli storiografi di cinquanta o cento anni a venire avranno materiale per parlare… dell’uscita di scuola?