IL BILANCIO DEL COGESA DIPENDE DAI VOTI DI LISCA

111

Stampa questo articolo
RACCOLTA STRAORDINARIA DEI RIFIUTI DI PESCE IL GIORNO DOPO NATALE – RECEPITA LA SEGNALAZIONE DEL VASCHIONE

22 DICEMBRE 2019 – A seguito del nostro articolo sulla sospensione del servizio di raccolta dell’umido (rifiuto differenziato) da sabato scorso a sabato prossimo (l’unica segnalazione in tutto il panorama di ossequiante stampa verso i magniloquenti destini e progressivi del “COGESA” ), è stata organizzata una “raccolta straordinaria” nel giorno di Santo Stefano, per evitare che la puzza delle lische del pesce del 24 superasse quella che dall’impianto d Noce Mattei ha raggiunto la frazione Marane nell’agosto scorso. Siccome, però, la rivista patinata del Cogesa non la legge nessuno e rimane malinconicamente accatastata nell’atrio del tribunale; e siccome la stampa amica (del Cogesa) è sostanzialmente ridotta alla clandestinità, l’amministratore unico nel suo genere, Vincenzo Margiotta (il primo a destra nella foto del titolo), ha sguinzagliato squadre più efficienti di quelle della Protezione civile di dieci anni fa a L’Aquila per appiccicare l’avviso a tutti i portoni dei condominii e delle case private, pure quelle disabitate. L’ordinario, così, diventa straordinario; e quello che faceva la giunta Federico con la raccolta differenziata di tre passaggi a settimana Margiotta pensa di eguagliarlo con il raid di Santa Stefano. Si potrebbe richiamare l’atmosfera delle gags dell’insuperabile Giovannino Guareschi a proposito dei contrordini nelle sezioni del Pci. E immaginare per esempio, un Margiotta che corregge la frase “Il bilancio del Cogesa sarà approvato in base ai voti di lisca riportati entro il 31 dicembre” con “Il bilancio del Cogesa sarà approvato in base ai voti di lista riportati entro il 31 dicembre”.

Comunque, visto che ha raccolto questa segnalazione del “Vaschione” che lo ha fatto tanto digitare qualche mese fa per la questione dei viaggi di strani autoarticolati nella zona di Noce Mattei (poi verranno i risultati degli appostamenti della Polizia Stradale dell’Aquila a farlo ridere…), speriamo che accolga anche il suggerimento di tornarsene a casa e di liberare la poltrona che occupa. Non servirà neppure appiccicare gli avvisi sui portoni dei condominii, perché le buone novelle, soprattutto sotto Natale, corrono che è una meraviglia.

Please follow and like us: