ESASPERAZIONE TRA I VICOLI

240

3 GENNAIO 2021 – Non è un modo gentile per esprimere protesta, ma di gentilezza non si può parlare per descrivere la condotta di chi porta a spasso i cani e non raccoglie le deiezioni; anzi non porta neppure l’attrezzatura necessaria, che è prescritta per regolamento. Il risultato sono i vicoli, anche quelli più vicini a Piazza XX Settembre, ridotti in condizioni pietose e lavati solo dalla pioggia abbondante di oggi (oppure, a distanza di anni, dal Cogesa).