E LA A24 E’ PURE UNA INCOMPIUTA…

103

LETTERE IN REDAZIONE

14 FEBBRAIO 2021 – Dal sig. Remo Micheloni riceviamo e volentieri pubblichiamo in riferimento all’articolo : “Sinistri scricchiolii sul progetto della Roma-Pescara“:

“Buongiorno direttore ci tengo a puntualizzare che l’autostrada A24 non è mai arrivata ad Alba Adriatica ma finisce a Teramo.. Ci furono enormi ritardi durante i lavori di scavo del traforo a doppia canna più lungo d’Europa 21 km di gallerie… Mentre l’A25 fu inaugurata interamente nel 1979, l’A24 arrivò a Teramo soltanto nel 1989. Mancavano altri 800 miliardi per farla arrivare ad Alba Adriatica ma il ministro Natali morì”. Il cortese lettore conclude: “La vera arteria che collega Tirreno e Adriatico è solamente l ‘A25”.

Argomento in più per ribadire che l’unico tracciato che garantisca un collegamento autostradale attraverso l’Appennino è quello che passa per Avezzano, Sulmona, Chieti e arriva a Pescara, che è la città più importante dell’Abruzzo e merita di consolidare tutte le infrastrutture per recitare il suo ruolo tra le città italiane dell’Adriatico. Viene continuamente depredata: per esempio con il doppione autostradale che passa sotto il Gran Sasso, oppure con lo sperpero dell'”aeroporto internazionale” di Preturo, cioè dell’Aquila, barzelletta mondiale che è servito ad un solo voto da Roma a L’Aquila, per poi essere chiuso. Questo è l’aperitivo di quanto faranno i competenti del Governo Draghi, dopo quanto hanno fatto i competenti del Governo Monti, tutti ricattati dal progetto di ricostruzione dell’Aquila per il terremoto e tutti proni al disegno di stroncare l’avvenire di Pescara con la scusa di convogliare le risorse per la… ricostruzione per equivalente a L’Aquila. Ora il piano per svuotare l’antico tracciato della Tiburtina Valeria dal collegamento Tirreno-Adriatico si trasferisce nella ferrovia, che dovrà contemplare, tra le stazioni, quella dell’Aquila, perchè tutto si… ricostruisce dopo il terremoto, anche quello che non c’era.