SULLA VIA VALERIA PERCORSA DA CESARE E DA VITTORIO EMANUELE III

128

Stampa questo articolo
8 AGOSTO 2019 – La romantica Via Valeria, prosecuzione della Tiburtina che partiva dalla Roma antica per varcare l’Appennino, toccare Corfinio e finire nella “Ostia Adriatica”, come era chiamata la zona paludosa di Pescara ai tempi di Ovidio.

La stessa Valeria (ovviamente con qualche ritocco) lungo la quale è passato il Re Vittorio Emanuele III nella bufera dei Savoia per raggiungere Ortona nonostante il figlio Umberto, lungo il viaggio, implorasse che il capo del Regno restasse al Quirinale per guidare la nazione anche nella disfatta e si offrisse egli stesso per tale sacrificio; questa storica strada sarà il percorso, per un tratto, di una passeggiata organizzata da “Fucino 201. Archeologia a chilometro zero” (questa volta sarà archeologia a qualche chilometro…) per domani alle 17,30 partendo dalla zona archeologica di “Alba Fucens” in Massa d’Albe.

Please follow and like us:
error