DA SCOCCIA L’ALLARME SULLA SANITA’ INCAPACE DI AFFRONTARE IL COVID

55

17 OTTOBRE 2020 – Ad avviso della consigliera regionale e sindaca di Prezza, Marianna Scoccia, la Sanità in Abruzzo arranca e l’esperienza dei mesi scorsi non ha insegnato niente. Sottolinea l’incongruenza che i tamponi processati a Sulmona debbano poi essere confermati a L’Aquila o a Teramo e lancia l’allarme sul fatto che i posti Covid dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila sono ormai esauriti. Aggiunge che la medicina territoriale non ha beneficiato di un potenziamento sufficiente. “Le Unità Speciali di Continuità Assistenziale sono sguarnite di personale profilato“, mentre nel distretto sanitario della ASL 1 si registra una carenza di personale infermieristico e i medici domiciliari si trovano a gestire una enorme mole di lavoro, conclude Scoccia.