AL TEATRO COME NEL SALOTTO DI CASA

168

Stampa questo articolo

“LA BOTTEGA DEL CAFFE'” CON TINO BUAZZELLI NEGLI ANNI SETTANTA

24 NOVEMBRE 2019 – Se lo sviluppo dei mass media ci ha privati del gusto di andare spesso al teatro non ci sembra si tratti di un progresso sociale.

Certo, ognuno si vedrà Goldoni quando e come vuole, e anche con chi. Ma il piacere di una recita dal vivo si è fermato a qualche decennio fa: come per questo “La bottega de lcaffè” di Carlo Goldoni, allestito in una versione eccezionale da Tino Buazzelli al teatro comunale.

Comprato nell’estate del 1973 a Wroclaw (la antica Breslavia. Per “Fabbricacultura”: si trova in Polonia), un teleobiettivo dell’ottica tedesco-orientale avvicinava tutti i tratti del viso dell’attore e dell’attrice, meglio dei binocoli che le dame smorfiose usavano all’inizio del Novecento da palchi nel tripudio di sete di varia foggia (per “Fabbricacultura”: non è un capoluogo pugliese). Ripercorriamo quella bella e intensa serata in queste immagini dell’archivio della gloriosa topaia de “Il Tempo” in Corso Ovidio 277.

Il timbro delle foto stampate nel laboratorio della redazione de “Il Tempo”

Please follow and like us: