MAGRIS RIPARTE ANCHE DA OVIDIO

69

Stampa questo articolo
NEL SUO “DANUBIO” IL MISTERO DELLA RELEGAZIONE E DELLA LOTTA AL POTERE

11 APRILE 2019 – Il Corriere della Sera ha intrapreso da ieri la pubblicazione delle opere di Claudio Magris, che lunedì compirà 80 anni. Il primo volume in edicola è “Danubio”, che ha lanciato l’autore triestino alla attenzione del pubblico mondiale.

La prima copertina dei libri di Magris pubblicati tutti dal Corriere della Sera

Una parte significativa del lungo percorso attraverso il quale Magris narra l’Europa, seguendo le tappe delle acque del lungo fiume, è dedicata al tragitto oltre le “Porte di Ferro”, dunque in terra bulgara e rumena. E proprio descrivendo le lontanissime lande di Tomi, attuale Costanza, ha l’occasione di parlare della vicenda di Ovidio, al quale, poi, ha sempre ispirato parte della sua produzione letteraria: “Torno spesso a leggere le Metamorfosi” ha confessato Claudio Magris, che in coincidenza con il suo compleanno presenta l’ultimo suo lavoro letterario: “Tempo curvo a Krems”.

E del “desiderio di raggiungere la città di Ovidio a piedi” Claudio Magris ha parlato proprio con “Il Vaschione”, giornale del quale ha sposato la battaglia per la tutela della statua del Vate dallo sfruttamento commerciale con l’apposizione di una corona di aglio.

Please follow and like us: